Benvenuti sul sito dell'associazione culturale pecorenere di Berna (Svizzera).
Wilkommen auf der Webseite des kulturellen Vereins pecorenere aus Bern (Schweiz).



lunedì 13 novembre 2017

Venerdì prossimo 17 novembre 2017 alle ore 20.30 al Café Kairo di Berna (Dammweg 43) proietteremo il film «Dell’arte della guerra» di Luca Bellino e Silvia Luzi. 

Il documentario racconta la storia di quattro operai della fabbrica Innse di Milano (la storica Innocenti di Lambrate) che nell'agosto del 2009 si arrampicano su un carroponte all'interno dello stabilimento per impedire lo smantellamento e la vendita dei macchinari e la chiusura della fabbrica. Il capannone viene circondato da centinaia di poliziotti e in poche ore arrivano sostenitori da tutta Italia. 

I quattro operai restano per otto giorni e sette notti sospesi in uno spazio di pochissimi metri quadri fino a quando, dopo estenuanti trattative, un imprenditore bresciano, Attilio Camozzi, non rileva lo stabilimento, i macchinari e riassume tutti gli operai. L'episodio della Innse di Lambrate inaugura gli anni di lotte operaie in Italia conosciute come «la stagione delle lotte sui tetti».

Bellino e Luzi narrano la storia attraverso la combinazione di footage televisivo dei servizi dalla fabbrica e lunghe riprese dei magazzini vuoti e interviste con i lavoratori, posti in un ambiente quasi post-apocalittico. L’inventivo uso del suono, i primi piani ravvicinati dei protagonisti e il montaggio dinamico di Bellino danno al film una drammaticità e un impatto visivo che gli sono valsi numerosi premi.

Dopo la proiezione sarebbe possibile discutere del film e delle lotte operaie in Italia negli ultimi anni con Paolo, operaio, fra i protagonisti dell’occupazione della fabbrica Titan a Bologna.

L’ingresso è libero con colletta finale. Il film è in italiano con sottotitoli in tedesco.








martedì 5 settembre 2017

10 settembre 2017: brunch e animazione per bambini

In seguito a problemi personali degli artisti, lo spettacolo di marionette in programma per il 10 settembre ha dovuto essere annullato. Vi proponiamo lo stesso un brunch con animazione per bambini alla Brache, bel quartiere Lorraine di Berna.

Altre informazioni sulla nostra pagina Facebook: https://www.facebook.com/pecorenere.ch





martedì 23 maggio 2017

25 giugno 2017: brunch & musica

Le pecore nere festeggiano l'inizio dell'estate! Brunch e canzoni italiane con Annalisa Spagnoli e Luigi Fossati.


mercoledì 17 maggio 2017

21 maggio: Incontro con Piera Aiello

Domenica 21 maggio alle ore 17 ospiteremo alla Casa d’Italia  una persona molto speciale: Piera Aiello, una delle prime testimoni di giustizia italiane. 

Piera Aiello ha solo 18 anni quando sposa Nicolò. Nove giorni dopo il matrimonio il suocero, Vito Atria, un piccolo mafioso locale, viene assassinato. Nel 1991 la stessa sorte tocca a Nicolò, sotto gli occhi di Piera.

Dopo quell’omicidio in lei scatta qualcosa: «Vedova di un mafioso […] con una bimba di tre anni da crescere e una rabbia immensa nel cuore. In quel momento il destino ha messo un bivio lungo il mio percorso: dovevo scegliere quale futuro dare a mia figlia Vita Maria.» Il momento di svolta è l’incontro con Paolo Borsellino.

«Da quando lo ‘zio Paolo’ […] mi ha ricordato chi ero, da dove venivo e dove sarei dovuta andare, sono diventata una testimone di giustizia. Io non ho mai commesso reati, né sono mai stata complice dei crimini di mio marito e dei suoi amici, gli stessi che poi ho accusato nelle aule dei tribunali e nelle corti d’assise. Quel che è certo è che la mia storia, la mia vita, è stata rivoluzionata dalla morte», compresa la morte di Rita Atria, sua cognata, che a 17 anni decide di ribellarsi al sistema mafioso, ma dopo l’assassinio di Borsellino non riesce a reggere al dolore e si toglie la vita.

Al termine dell’incontro sarà offerto un aperitivo. Una colletta servirà a coprire le spese.

lunedì 6 marzo 2017



Il prossimo appuntamento con le attività del gruppo è in programma domenica prossima, 12 marzo 2017. Proietteremo al Café Kairo di Berna (Dammweg 43) il documentario «Non tacere. Baraccati dell’Acquedotto Felice di Roma», realizzato da Fabio Grimaldi nel 2007. Alla proiezione sarà presente Cesidio Celidonio, uno dei protagonisti del film, insegnante da molti anni in Svizzera.

Il film ricostruisce l’esperienza del sacerdote Roberto Sardelli e dei ragazzi della sua scuola, che nell'estrema povertà della baraccopoli dell'Acquedotto Felice misero in piedi un'esperienza analoga a quella della Scuola di Barbiana di don Lorenzo Milani. Sono gli anni '70 e Roma diventa la meta di tanta povera gente, che lascia le montagne abruzzesi, ciociare e di altre parti del Meridione d'Italia per stabilirsi nella capitale in cerca di fortuna. Sorgono così le baraccopoli, costruite in parte utilizzando gli spazi sotto gli archi degli acquedotti romani. 

La proiezione è prevista per le 12:00 circa. L’entrata è libera con colletta. Prima del film ci sarà un brunch al prezzo di 10 franchi (2 franchi per i bambini). Chi vuole darci una mano a preparare la tavola e fare quattro chiacchiere con noi può arrivare alle 10:00, il brunch sarà pronto verso le 10:30-11:00.

Altre informazioni sul fim su cinemaitaliano.info.





Seguiteci anche su Facebook.

mercoledì 1 marzo 2017

«Memorie», il programma per la primavera 2017





La storia dei baraccati dell'Acquedotto Felice di Roma, con un documentario e  la 
testimonianza di Cesidio Celidonio; le vicende del colonialismo italiano, con il film «If I only were that warrior», e un incontro con Piera Ajello, prima testimone di giustizia in Italia. Questi i prossimi appuntamenti con le pecorenere.
                                                                                                                                                                     «Non tacere. Baraccati dell'Acquedotto Felice di Roma»

«If only I were that warrior»

Piera Ajello




mercoledì 18 gennaio 2017

29 gennaio 2017: libri usati & cartoni animati



Da tempo ci stavamo pensando, ora ci proviamo: domenica 29 gennaio 2017 al Café Kairo di Berna, a partire dalle 11, organizzeremo un piccolo mercatino dei libri usati in italiano. Chi possiede libri in italiano di cui vuole disfarsi, li può mettere in vendita al Kairo. I proventi della vendita serviranno a finanziare le attività delle pecorenere.

Nello stesso tempo proietteremo nella sala al piano inferiore del Kairo dei cartoni animati.




Al Kairo sarà possibile consumare anche un brunch, al prezzo di 10 franchi per gli adulti e 2 franchi per i bambini. Il mercatino rimarrà aperto fino alle 15.

A presto
Associazione culturale pecorenere
http://www.pecorenere.ch

Seguiteci anche su Facebook: https://www.facebook.com/pecorenere.ch